I lavori che spariranno in futuro? Ecco i 5 settori a rischio

Meccanici, consulenti e agenti di viaggio…chi altro?

Il progresso tecnologico è inarrestabile come un fiume in piena e inevitabilmente il mondo del lavoro rimane indietro. Operai e impiegati verranno sostituiti dalle macchine e tra vent’anni lo scenario che ci troveremo davanti sarà molto diverso da quello attuale.

Secondo il Financial Times i lavori che spariranno travolgeranno ben 5 settori diversi. Scopriamo insieme quali sono e cosa possiamo fare per prepararci al cambiamento.

Agenzie di viaggio addio

Dal 1990 ad oggi negli Stati Uniti il numero di agenzie di viaggio si è quasi dimezzato. Il motivo? La compravendita di servizi turistici si è spostata sul web e questa tendenza avrà un’impennata nei prossimi anni. Anche in Italia lo scenario non è molto diverso e non saranno solo le piccole realtà locali ad essere travolte da questa rivoluzione, ma anche i grandi tour operator.

Solo in Italia sono migliaia le persone che lavorano nel settore dell’intermediazione turistica e il loro posto di lavoro è a rischio.

Il boom delle stampanti 3d

Oggi le stampanti 3d sono in grado di riprodurre qualunque oggetto. Si prevede che nei prossimi anni verranno usate in modo massiccio nel settore dei componenti industriali, uno dei comparti più importanti per l’economia italiana.

Questo significa che molte delle fabbriche che producono componenti industriali chiuderanno i battenti. Tra i lavori che spariranno in futuro ci sono quindi anche quelli delle persone che lavorano a diverso titolo in questo settore.

Auto elettrica? Il meccanico non serve più

Un altro settore in forte crescita è quello delle auto elettriche. Le case automobilistiche stanno investendo grandi risorse per lo sviluppo delle vetture a batteria e la legislazione statale incentiverà gli automobilisti a passare all’elettrico. Molti non sano che la manutenzione dei motori elettrici è molto più semplice rispetto a quella dei motori tradizionali.

Le riparazioni auto saranno sempre meno frequenti e molti meccanici rimarranno senza lavoro.

La sfida dei veicoli senza conducente

Le previsioni del Financial Times si spingono ad ipotizzare che i veicoli senza conducente diventeranno la normalità sulle nostre strade. Non solo: saranno così efficienti da far scomparire gli incidenti stradali. Se questo dovesse accadere, tra i lavori che spariranno tra 20 anni ci sarebbe anche quella dell’assicuratore dei veicoli a motore.

Arrivano i bot, consulenti finanziari senza lavoro

Il futuro del mondo del lavoro potrebbe stravolgere anche il settore della consulenza finanziaria. Algoritmi sofisticati e intelligenti potrebbero prendere il posto dei consulenti, molto più cari e meno precisi. Il binomio automazione e lavoro diventerà sempre più una costante, perché la percentuale di errore dei robot è prossima allo zero e non si può dire lo stesso della mente umana, per quanto brillante possa essere.

Come sopravvivere al cambiamento

In base alle proiezioni del Financial Times, il mondo del lavoro sta per essere travolto da uno tsunami che sconvolgerà la vita di molte persone. Si tratta di una rivoluzione che non riguarderà solo i lavori manuali, ma anche professioni altamente qualificate.

E se riuscissimo a trasformare questo cambiamento in un’opportunità?

Il mondo sta cambiando! Non aspettare di rimanere schiacciato dal sistema e prendi in mano la tua vita. Posso dirti per esperienza che le alternative al lavoro tradizionale ci sono e se lo vorrai, posso guidarti nel percorso che io stesso ho intrapreso.

Conosci persone che hanno bisogno di un’entrata extra prima del cambiamento? Condividi 🙂

Commenta il Post con Facebook